martedì 5 maggio 2015

Londra: una cartolina tra passato e futuro

Tratto dal diario 'A Londra, nel regno della Regina ' sulla rivista online Turisti per caso.
Se volete leggere per intero il mio diario di viaggio dedicato all'imprevedibile capitale inglese e alla vicina, placida Windsor, cliccate sul link della nota rivista online 'Turisti per caso':
http://turistipercaso.it/londra/73345/a-londra-nel-regno-della-regina.html

L'impressionante contrasto tra 'vecchio e nuovo' si staglia prepotente nell'orizzonte di chi attraversa il Tower Bridge verso la City of London. Accanto alle torri medievali della Tower of London, costruite con pietre dai colori sfumati e forme irregolari, s'arrampicano verso il cielo lucidi edifici in vetro e acciaio la cui imponenza è messa in discussione da simpatici nomignoli. C'è il Swiss Re Building progettato da Lord Norman Foster che con i suoi 180 metri di sagoma bislunga somiglia a un cetriolo gigante e infatti è detto 'Gherkin'. Il vicino 'The cheese grater' ovvero la grattugia, è un palazzo dal profilo obliquo simile a un parallelepipedo tagliato a metà mentre il grattacielo Walkie Talkie si allarga salendo verso l'alto e curva leggermente sembrando un vecchio ricetrasmettitore. Infine sull'altra sponda del Tamigi a Southwork spicca 'The Shard', la scheggia, creazione di 310 metri dalla forma piramidale ideata da Renzo Piano. Grazie a essi il panorama assume suggestioni  moderne però siamo a Londra, non a New York, un luogo con 2000 anni di storia ed è normale essere attratti da simboli cittadini più antichi


La City of London dietro la Tower of London vista dal Tower Bridge
Passeggiando sul Tower Bridge

Nel mezzo del complesso fortificato della Tower of London spicca la White Tower circondata da due cinte murarie e una striscia di prato verde, una volta profondo fossato. Iniziata nell'XI secolo da Guglielmo il Conquistatore, la Torre di Londra passò da fortezza a caserma e quindi a residenza reale ma la sua principale funzione fu quella di prigione. Qui furono incarcerati e giustiziati diversi personaggi d'importanza storica e oggi è divenuto uno dei simboli della città, inespugnabile contenitore dei gioielli della corona.
Il Tower Bridge sembra congiungersi alla Tower of London ed è entusiasmante percorrerlo così come fermarsi esattamente nel centro dove le due campate si sollevano per consentire il transito alle navi. Ancora più sorprendente è osservare le due torri neogotiche del ponte stando ai loro piedi e vedere sfilare sopra le nostre teste i grossi cavi bianchi e azzurri come fossero decorazioni natalizi.
Un'altra meravigliosa cartolina di Londra...


L'eleganza del Tower Bridge
Grazie a tutti coloro che hanno visitato il mio blog e hanno condiviso questo post. Un caloroso saluto da Amare, Viaggiare, Scrivere

Nessun commento:

Posta un commento